Il marchio per l’astronomia e l’osservazione naturalistica
Innovazione e varietà di prodotti
Progettazione e produzione propria
🎄 Restituzione possibile fino al 31.01.2023

La caratteristica più importante è la tenuta stagna! I binocoli resistenti “solo” agli spruzzi d'acqua non sono consigliabili. L'ingrandimento poi non dovrebbe essere troppo elevato, perché con il mare molto mosso l'oscillazione della barca moltiplica quella della mano.

Per quanto riguarda l'apertura, consigliamo binocoli non troppo piccoli. Naturalmente, il fattore decisivo è il tipo di utilizzo che intendi fare, e quindi se userai il binocolo durante uscite giornaliere in buone condizioni di luce o se intendi passare più giorni e notti in mare. I supporti alla navigazione, come una bussola o un reticolo, potrebbero rivelarsi molto utili.

Prodotti 1 - 5 di 5
Ordina per:

Cosa è importante in un binocolo per la vela?

Un binocolo è valutato come "molto buono" quando presenta le seguenti caratteristiche:

  • Ingrandimento tra 7 – 8x.
  • Diametro della lente frontale almeno 50 mm
  • Pupilla d'uscita di almeno 5 mm
  • Il campo visivo dovrebbe essere di almeno 120 m.
  • Le strutture con prisma di Porro sono preferibili, perché l'immagine appare più tridimensionale e la lente è meno soggetta a oscillazioni.
  • Influiscono positivamente sulla valutazione utili equipaggiamenti aggiuntivi come una bussola, un reticolo o una tracolla galleggiante inclusa.

Un binocolo è valutato "buono" se raggiunge i seguenti valori:

  • Ingrandimento: massimo 10x
  • Diametro della lente frontale: almeno 40 mm
  • Pupilla d'uscita: almeno 4 mm
  • Campo visivo: almeno 110 m

Per ottenere valutazione "medio" deve avere:

  • Ingrandimento: massimo 12x
  • Diametro della lente frontale: almeno 30 mm
  • Pupilla d'uscita: almeno 4 mm
  • Campo visivo: almeno 90 m

I binocoli con pupilla d'uscita inferiore a 4 mm da noi sono valutati come "non consigliati" per la vela. Inoltre, un binocolo per l'uso marino deve in ogni caso essere impermeabile.